SFCL

Superconducting Fault Current Limiter

I limitatori di corrente di guasto superconduttivi (detti SFCL) sono dei dispositivi innovativi che hanno la funzione primaria di ridurre l’intensità delle sovracorrenti che si generano in un ramo della rete elettrica all’occorrenza di un corto circuito. Tali dispositivi si comportano come un’impedenza variabile, che risulta praticamente trascurabile in condizioni nominali di esercizio, e significativamente più elevata in caso di presenza di sovracorrenti. La transizione immediata ed assolutamente automatica fra questi due stati rende il dispositivo idoneo a limitare istantaneamente l’intensità di corrente massima che si sprigiona in caso di guasto da corto circuito, ed a rientrare istantaneamente alle condizioni nominali di esercizio non appena viene rimossa l’origine del problema, risultando quindi ottimale per un impiego in rete.

Tra le funzionalità principali e più richieste prospettate per gli SFCL vi è la facilitazione alla connessione in rete di una maggiore proporzione di generazione distribuita, in particolare ove le restrizioni causate dall’innalzamento della corrente di guasto risultano il fattore limitante ad un ulteriore ampliamento della fornitura. Si prevede inoltre che i dispositivi SFCL saranno parte integrante delle cosiddette ‘smart grids’ dove saranno richieste apparecchiature ‘intelligenti’ e ‘auto-curanti’. Utilizzando dispositivi SFCL per ridurre le correnti di guasto, si permette ai gestori della rete di continuare ad utilizzare infrastrutture elettriche esistenti, evitando o posticipando così la necessità di effettuare costosi upgrade o sostituzioni di componenti non aggiornati come trasformatori ed interruttori.

Attualmente ASG Power Systems Ltd. ha completamente validato la tecnologia dell’SFCL sino ad una tensione di rete di 36 kV ed ha in programma di estendere questa tecnologia sino ai livelli dell’alta tensione.

Condividi su